Le donne contano davvero? Women: Statistically Significant

women-empowerment

Fulvia Mecatti – Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale UniMiB

Le statistiche di genere evidenziano che i Paesi con minori differenze di genere hanno un più altro livello di sviluppo. A questo tema è dedicato l’evento organizzato da SIS e ISI il 12 maggio 2021 a chiusura dell’anno dedicato a Women in statistics and data science.

Il 12 maggio 2021 è stato statisticamente significativo:  un anno esatto dall’apertura dell’ISI International Year of Women in Statistics and Data Science  (IYWSDS) e il 201-esimo compleanno di  Florence Nightingale.
Insieme SIS e ISI, con il patrocinio di ISTAT e la sponsorizzazione di Troisi Ricerche, hanno contribuito alle celebrazioni con l’evento virtuale Women: Statistically Significant.
Durante le (oltre) 3 ore di webinar si sono collegati fino a 176 partecipanti, sia dall’Italia che da molte altre parti del mondo, incluse Australia, UK, India e Pakistan.

Dopo il saluto del Presidente della SIS Corrado Crocetta e un messaggio registrato di Jessica Utts, che presiede  la commissione dell’IYWSDS,  il tema delle pari opportunità fra donne  e uomini  è stato affrontato con angolazioni e sensibilità differenti in tre slot, a cura dei tre co-organizzatori:

  • Fulvia Mecatti, consigliere SIS
  • Massimo Attanasio, consigliere SIS
  • Fabrizio Ruggeri, Vice-Presidente ISI

Quel certo genere di statistica” si è aperto con due donne del passato di indubbia significatività statistica.

La prima donna, immancabile, è stata Florence Nightingale, che Pier Luigi Conti ha raccontato sotto una luce inedita: non solo la prima studiosa che con approccio statistico ha svelato che in guerra, nella seconda metà dell’800, si moriva molto più di infezioni e di mancanza di igiene piuttosto che … “di guerra”, appunto, ma anche una donna che ha presentato uno dei primissimi esempi di analisi statistica contro-fattuale.

La seconda donna è stata raccontata da Daniela Cocchi, che ha svelato la vena statistica di Cristina di Bejoioso, principessa milanese dall’impatto sul risorgimento italiano e sulla nostra Repubblica ingiustamente poco noto.

La visione e le idee delle colleghe e colleghi più giovani hanno concluso il primo slot.
Per y-SIS il Coordinatore Emanuele Aliverti ha discusso di donne nelle società scientifiche con Gaia Bertarelli e Simone Ranciati, entrambi precedenti Coordinatori  y-SIS.
Di seguito, Mariangela Sciandra ha “capitanato” un gruppo di quattro professioniste della statistica italiane in Europa, con un video-contributo, squisitamente confezionato, di riflessioni ed esperienze, di differenze e disparità di genere.

Il secondo slot  ha dato un excursus di genere in Italia,  dalla scuola alle posizioni accademiche.
Ha aperto Dalit Contini su “Donne e STEM” a scuola.
Di seguito Antonella D’Agostino, Giulio Ghellini e Gabriele Lombardi sulla performance delle studentesse universitarie nelle lauree STEM.
Infine, Massimo Attanasio, Daniele Cuntrera e Vincenzo Falco hanno concluso mettendo in rilievo le carriere (discriminate) delle ricercatrici e delle professoresse universitarie in Italia.
I tre interventi hanno stimolato riflessioni sul grave sbilancio di genere presente nel nostro Paese.

Nell’ultimo slot i videomessaggi di 9 statistiche, impegnate in ISI, hanno portato una prospettiva internazionale con una varietà notevole di esperienze.
Dopo l’introduzione di Fabrizio Ruggeri sulle attività ISI per IYWSDS, la Direttrice ISI, A. van Krimpen, ha ricordato l’impegno dell’ISI nel promuovere la conoscenza di metodi statistici a livello internazionale, con particolare attenzione
verso il mondo femminile.

Successivamente sono state presentate esperienze personali e di promozione in paesi in via di sviluppo (D. North [Sud Africa], A. Adebanji [Ghana], A. Kamal [Pakistan] e T. Howlader [Bangladesh]).
R. Helenius ha presentato l’International Statistical Literacy Project, mentre D. Silva e I. Krizman hanno parlato delle loro esperienze negli uffici nazionali di statistica e nelle associazioni in cui hanno avuto ruoli importanti.
Infine, l’ex-Presidente ISI, H. MacGillivray, ha parlato della sua lunga esperienza didattica.

La video registrazione completa dell’evento è disponibile sul canale YouTube della Società Italiana di Statistica ed è visibile a seguire.

Facebooktwitterlinkedinmail

Be the first to comment on "Le donne contano davvero? Women: Statistically Significant"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*